post-thumb

Snoezelen a Messina…

Mi chiamo Monica Di Stefano, ho 47 anni e sono un Medico Neuropsichiatra Infantile , vivo e lavoro in Sicilia, nella città di Messina. Nel 2005, mentre lavoravo a Firenze, dove mi sono formata, ho avuto modo di conoscere per la prima volta la filosofia Snoezelen e ne sono rimasta folgorata!

In questi anni ho studiato molto sulle applicazioni nelle disabilità degli ambienti multisensoriali fino a maturare un sogno: portare nella mia isola lo Snoezelen!

Rientrata a lavorare e vivere in Sicilia nel 2006, ho portato avanti , quindi, questo progetto e, nel Maggio 2019, ho iniziato la mia formazione Snoezelen presso il Centro Sfera Bianca di Cadempino… da quel giorno mi definisco una “Snoezelen addicted”!

La formazione ISNA-MSE effettuata presso il Centro Sfera Bianca di Cadempino con Sofia Santori Bassi mi ha entusiasmato ed aiutato a comprendere che la stanza sensoriale, da sola, anche la piu’ tecnologica, non basta.
La formazione è assolutamente necessaria : essa fornisce una serie di input e conoscenze per potere creare l’ambiente multisensoriale ideale per ogni utente.
E cosi’ a Messina, dal Settembre 2019, presso il Centro accreditato con il Servizio Sanitario Nazionale “Dismed Onlus” , per la cura e riabilitazione di patologie neuropsichiatriche dell’età evolutiva e degli adulti, dove svolgo il mio lavoro, è attiva una sala Snoezelen intitolata a un paziente (Sergio Granei) deceduto nell’estate 2018, che è stata chiamata: “la stanza di Sergio”.

Il progetto della stanza,ha previsto :
1) attività divulgativa iniziale sugli ambienti multisensoriali per le famiglie degli utenti

2) attività formativa nei confronti del personale (Acquisizione, da parte di due operatori del Centro, di certificazione ISNA -www.isna.ch –International Snoezelen Association presso Centro Sfera Bianca di Cadempino)

3) avvio di uno studio pilota su un campione limitato di utenti del Centro (minori e adulti)

Dall’Ottobre 2019 si è avviata una piu’ ampia e articolata sperimentazione della stanza, tutt’ora in corso, in cui stiamo proponendo a molti dei nostri utenti una serie di “unità” o ambientazioni , differentemente strutturate in base al gradimento, ai desideri espressi direttamente dai nostri bambini, alla patologia e in base agli obiettivi da perseguire in ambito riabilitativo.

Inoltre, il Centro ha avviato un ciclo di attività settimanale in sala Snoezelen dedicate al personale per la prevenzione del burn-out: gruppi di 8 operatori del centro partecipano ad attività coinvolgenti, creative e rilassanti all’interno degli ambienti multisensoriali , guidati da un operatore in fase di formazione per riscoprire le proprie potenzialità, un maggior grado di serenità e incrementare lo spirito di squadra, la collaboraizone e la motivazione nella propria attività lavorativa.
Infine, per utenti del Centro a domicilio, è in partenza il progetto “Snoezelen in a bag”, che prevede l’uso di un kit multisensoriale mobile da parte dei nostri terapisti che effettuano trattamenti domiciliari, in modo da potere ricreare per i pazienti che non possono raggiungere il centro di riabilitazione, un ambiente multisensoriale a casa propria.

 

La riflessione che emerge dalla nostra positiva esperienza della stanza Snoezelen , è che gli ambienti multisensoriali possono rappresentare un’ interessante opportunità di integrazione alle tecniche riabilitative “classiche” per diverse patologie neuropsichiatriche, se però utilizzate dopo adeguata formazione e con costante supervisione da parte di personale specificamente qualificato.

 

 

 

 

 

 

 

 

Centro Sfera Bianca ringrazia di cuore la Dottoressa Monica Di Stefano per la sua preziosa testimonianza e augura  a lei e ai suoi collaboratori un buon lavoro con lo Snoezelen nella splendida Sicilia!

Dott.ssa Di Stefano

Share your thoughts Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento