post-thumb

di Giovanna Leoni

Oggi vogliamo darvi la ricetta per due paste modellabili classiche, da fare in casa con pochi ingredienti, adatte anche ai più piccoli, in quanto non contengono sostanze nocive nel caso i vostri bambini dovessero portarle alla bocca.

Lavorando con i bambini, invece che misurare gli ingredienti utilizzeremo dei semplici bicchierini da 1dl: potrete poi regolare la quantità a vostro piacimento mantenendo le proporzioni.

 

PASTA DI BICARBONATO
Ingredienti
2 bicchieri di bicarbonato di sodio
1 bicchiere di Amido di Mais ( Maizena )
1 bicchiere acqua
Procedimento
Mettete tutti gli ingredienti in un pentolino e cuocete qualche minuto a fuoco basso, mescolando con una
paletta di legno. Quando il composto inizierà a solidificarsi togliete dal fuoco, lasciate raffreddare coperto
per evitare si secchi quindi iniziate a modellarlo con le mani.

 

PASTA DI SALE
Ingredienti
2 bicchieri di farina
1 bicchiere di sale fino
( potete passare il sale nel mixer per rendere la pasta con una grana più fine )
1 cc olio
Acqua quanto basta
Procedimento
Mettete in una ciotola farina, sale e olio e aggiungete acqua un po’ alla volta sempre impastando finché il
composto risulta liscio, compatto e omogeneo

VARIANTI
Paste profumate : aggiungere qualche goccia dell’essenza preferita ad esempio lavanda
Paste colorate : aggiungere colorante alimentare
Paste colorate: profumate : aggiungere spezie all’impasto. Ad esempio cannella, curcuma, curry… questa
versione non è adatta a bambini che non amano gli odori troppo intensi.

Una volta ottenuta la pasta scelta potrete modellarla a piacere. Divertitevi anche qui a sperimentare
liberamente. Utilizzate le formine dei biscotti per ottenere delle forme, usate dei timbri per imprimere dei
soggetti, cercate negli oggetti delle texture, imprimete pizzi, fiori, impronte digitali.
Potrete creare delle decorazioni ( ad esempio per l’albero pasquale) che poi farete cuocere all’aria qualche
giorno, oppure giocare liberamente e poi conservare i vostri panetti nel cellophane fino all’utilizzo seguente.

Buon divertimento!

 

(Grazie a Giovanna per l’articolo!)

Share your thoughts Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento